Vorrei me


Vorrei espandermi, raggiungere i limiti conosciuti, vedere l’eternità e allontanarmi volando. Vorrei sussurrare incantesimi per risvegliare gli angeli che dormono tra i colori dell’arcobaleno e rubare l’indaco. Vorrei essere un sogno, apparirmi rapita, confusa nella nebbia, dolce e salata nella luce della luna. Vorrei un passaggio da rondini gentili, farmi minuscola per occupare il nido…