Up & Down


gplus-396934858

Scivolare giù nell’ombra della tristezza è un’abitudine pessima che non riesco ad abbandonare del tutto e mi coinvolge improvvisamente. Complice è quello sguardo che ricevo di giudizio negativo che interpreto forse erroneamente o che capto in un attimo sbagliato, cogliendo una nota differente nel suo modo di muoversi o di parlare.

Tutto parte dalla sensazione di non aver compreso un’esigenza, probabilmente avrei dovuto cercare, guardare, programmare, pianificare in modo esattamente opposto a quanto pensato e fatto; mi ripeto con dolcezza che è solo un’impressione e che non c’è motivo per stare in ansia, la stanchezza suo malgrado libera stonature che aprono squarci e incrinano sottilissimi strati nell’appagante convivenza, ma poi svaniscono appena appagati i piaceri quotidiani.

Eppure la percezione che mi pioverà addosso una pioggia di accuse per non aver pensato alle specifiche esigenze e non aver letto nel pensiero esattamente questa impellente necessità, mi induce a mettermi sulla difensiva e quando ricevo la condanna per “mancata comprensione telepatica” pur con tutte le attenuanti del caso sono pronta. Automaticamente decido che aggirerò l’ostacolo un po’ per pacificarmi con quello spicchio di me che si sente sempre inadeguata e ordirebbe un colpo di stato in 30 micron di secondo, un po’ per colpevolizzare la controparte che, sarà una mia idea, ma in una vita precedente deve aver fatto il faraone e ci ha preso gusto.

In attesa di superare questo momento down, tento di gonfiare i palloncini che mi porteranno up fino a quando un nuovo attacco volante non colpirà come bersaglio i miei simpatici traghettatori, costringendomi a mettere nuovamente i piedi a terra, sperando di non scendere anche più in basso in qualche caverna a leccarmi le ferite. L’unica soluzione a questo scomodo UP & DOWN sarebbe rinforzare le funi e sostituire i palloncini con un elicottero Apache.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.