Titti si sposa


Ricca e raffinata, Titti è all’apice della popolarità. La sua festa di nozze non poteva avere più successo di così. La sua wedding planner ha fatto un lavoro strepitoso curando ogni piccolo particolare, giocando sulla sua passione per il rosso e il bianco, rendendo la cerimonia un’incantevole cornice romantica e il rinfresco un’occasione mondana difficilmente ripetibile da chiunque.

Suo padre l’ha accontentata in tutto, pagando cifre da capogiro pur di farla felice. In fondo ha impiegato venticinque anni per viziarla oltre misura, non può certo lamentarsi ora, di quanto gli costi mantenerla.

Infatti non potrebbe mai essere deluso da una figlia come Titti. Oltre che bella è risoluta, decisa, coraggiosa, intelligente di un’intelligenza acuta e aperta, preparata, lanciatissima nel mondo delle telecomunicazioni. Si dice da tempo che sia destinata a diventare la nuova Lily Gruderi, la anchor woman di Canale Quattordici.

Tutti l’ammirano, ne copiano lo stile, il modo di muoversi, un po’ ancheggiando con passo flemmatico o deciso con passo veloce e militaresco che intimorisce anche gli uomini, compreso quel pollo del marito. Ancora la gente si domanda perché abbia sposato un tipo insipido come Dorian. Solo Titti lo sa. Perché è inoffensivo e con tutti gli uomini che le hanno girato intorno per la bellezza e i soldi di famiglia, Dorian era l’unico che non l’aveva neppure vista in copertina.

Per lei è sufficiente, visto che passerà in casa solo pochi weekend, lavorando e studiando contemporaneamente nella capitale per l’intera settimana.

Ma ormai la serata è giunta al termine e gli ospiti se ne stanno andando. Titti è annoiata, vorrebbe che restassero a festeggiarla ancora. Quindi rimasta sola, mentre suo padre e sua madre salutano gli amici ringraziandoli della partecipazione e suo marito ubriaco è da qualche parte a brindare con quei morti di fame dei suoi famigliari che hanno già usato tutta la fortuna della vita in un giorno solo, si nasconde in cucina e inizia a mangiare i profiteroles, dapprima con un cucchiaino raccogliendo il cioccolato intorno ai bignè ripieni di crema chantilly, finendo per divorarli letteralmente, ingoiando i bocconi e trattenendoli in bocca perché non fuggano, aiutandosi con le mani sporche di glassa.

La trova la direttrice del catering rientrando dal parco della Villa Giulia, la location esclusiva scelta per l’evento altrettanto esclusivo. Le siede accanto afferrando un cucchiaio e iniziando a mangiare con ingordigia dal vassoio di profiteroles ormai ridotto ad un cumulo di bignè maciullati. E mentre mangiano golose si osservano, fino a quando Titti scoppia in una risata fragorosa seguita dalla direttrice che si tiene la pancia con una mano tentando di non fare saltare la cerniera della gonna. La risata della sposa diventa però un pianto disperato che la direttrice non riesce a calmare.

“Non te la prendere Titti! Tutte le ragazze ricche si sposano, anche le lesbiche. Ora che ti trasferisci nella capitale potrai avere tutte le donne che vuoi e nessuno ti scoprirà mai. Vedrai, presto ci rivedremo e non ti sentirai più sola”

“Lo spero! Non ne posso più di fingere che mi piacciano gli uomini, ma se mio padre dovesse scoprire che sono gay, per me sarebbe la fine di tutti i miei sogni. Solo Dorian mi capisce, visto che odia le donne, è perfetto per me. Non mi sfiorerebbe neppure”

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. ilnoire ha detto:

    Interessante.
    Lily Gruderi come pseudo-tele-giornalista, non è male.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.