Ancora meno


Sei sottile come un trattino e come tale ti vedo. Un segno meno da mattina a sera, tu sottrai voglia, passione, interesse, disponibilità, collaborazione.

Il tuo passaggio crea un distacco. Quel tuo trattino che metti ovunque, davanti, per non avvicinarti troppo a chi ti precede e dietro per non essere tallonata e non sentire di essere parte di qualcosa.

Sei il trattino che sta alla mia destra e anche alla mia sinistra. C’è sempre un ostacolo che mi impedisce di avvicinarmi. Rifuggi ogni contatto e sei distante su tutto.

Quel “meno” con cui condividi i tuoi passi toglie e nega agli altri ma non sei tu a guadagnarne, semplicemente si disperde perché riduci a niente le parole, a zero ogni sguardo, al nulla il gusto per il domani.

E domani ci sarà ancora meno da fare insieme, staccati oltre e monta quell’asticella che ci divide, aggiungila al trattino che ti si è conficcato addosso, sarai certa di essere ancora più distante e unisci altri trattini verticali e orizzontali per fare una scala. Potrai salirci per stare su un piedistallo e guardarmi dall’alto.

Non farò ponti e non unirò puntini per avvicinarmi. Ci ho provato e mi sono ferita con la punta del tuo segno meno. Ancora meno. Né faccio a meno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.