Eccessi

Sono seduta vicino ad un lampadario vivente questa sera. Il mio tavolo e il suo al ristorante sono quasi attaccati. Posso osservarla mentre cena ed io invece aspetto che la cameriera raccolga l’ordinazione. La testa è un casco biondo platino, la montatura degli occhiali di color fragola, brilla dei riflessi della luce proveniente dal soffitto….

Pasticceria rococò

Giorgia aveva assolutamente bisogno di premiarsi. Come ogni mese era stata dalla dietologa e il suo peso scendeva regolarmente di qualche etto. Vicino allo studio medico c’era una pasticceria tradizionale. La vetrina era la stessa da trent’anni, l’insegna illuminata al neon era sottile con un font simile a quello anni cinquanta. Le lettere C avevano…

Il guscio della cicala

Ecco fatto! Ho usato la piattaforma streetlib per scrivere il mio lungo racconto. È strutturato come un blog ma ha lo spazio per inserire i capitoli, la copertina e visualizzare le anteprime. Noire me lo aveva fatto conoscere e in quattro mesi sono entrata più volte per proseguire la mia storia. Poi il sette marzo…

Nell’ombra sbiadita

Gli unici spazi liberi ad Agaba beach oggi pomeriggio sono quelli non baciati dal sole. Gli altri raggiungono temperature piacevoli che incoraggiano la sosta all’aperto attorno ai primi tavoli apparecchiati per gustarsi un brunch primaverile davanti alla spiaggia ancora nuda, scomposta e selvaggia lungo la costa sotto il colle dell’Ardizio che scende spiovente a separare…

Aspettative

Lucia spesso dà il peggio di sé come in questo momento. È più forte di lei: quando si sente a disagio e nutre aspettative alte riguardo un evento a cui partecipa e per il quale si è immaginata un ruolo da protagonista, sognando ad occhi aperti lei al centro della scena e intorno una corona…

Nonna Dina

Ho scelto di nascere nella mia famiglia per mia nonna paterna. Sono convinta di questo. Ha modellato lo spirito imprenditoriale, altruista e creativo di mio padre, ha saputo tirare fuori il meglio in mia madre. Nel DNA aveva una risorsa indispensabile che io sento di possedere ma della quale non ho la completa padronanza: l’indipendenza…

Oltre il tempo

Patty si guarda intorno incredula. Non può credere a quel che vede. La via è molto diversa da come se la ricordava ed è certa di essere passata di li solo pochi minuti prima. C’era un edificio vecchio in ristrutturazione coperto da un’impalcatura verde, ora non riesce a riconoscerlo tra le varie case tinteggiate di…

L’attesa

Non esiste niente di più bello dell’attesa. L’evento stesso non è mai paragonabile all’emozione dell’aspettativa, quando con l’arte dell’immaginazione puoi vivere nella mente più e più volte l’esperienza fantastica così come la desideri. Visualizzando intensamente ogni particolare e provando sensazioni profonde, senti la pelle che assorbe ogni dettaglio come se accadesse nell’istante stesso e lo…

Nata sotto il segno dei pesci

Ti ricordi quella strada eravamo io e te e la gente che correva e gridava insieme a noi Tutto quel che voglio – pensavo – e’ solamente amore ed unità per noi che meritiamo un’altra vita più giusta e libera se vuoi… Corri amore corri non aver paura… Ti chiedevi che ti manca? una casa…

Otto giorni e due cravatte

Il video sul cellulare spiega come fare il nodo alla cravatta e mi serve per conoscere i passaggi essenziali da mostrare al piccolo che alto venti centimetri più di me, per la prima volta questa mattina indossa giacca e cravatta. Già il fratello maggiore una settimana fa aveva anticipato con la sua tipica autonomia quelli…