Affermo e confermo

Il livello di energia di cui dispongo in questo ultimo periodo, deve essere inaspettatamente alto perché mi sento bene e non provo rabbia verso nessuno. Sono molto impegnata a concentrarmi su ciò che mi piace. Le mie amiche, la mia dieta, i miei progetti letterari, gli hobby.

Forse lo zodiaco ha deciso di disporre i pianeti nella direzione favorevole, perché è straordinario il fatto che niente mi sia contrario. Neppure il gestionale nuovo tutto da configurare in questo giorni raccoglie il mio consenso. E quelle solite situazioni che si presentano quotidianamente ad infastidirmi e a succhiarmi energia, vengono liquidate con una frase di Joe Vitale dedicata al Hoponopono.

Che sia veramente merito delle affermazioni di Louise Hay che ho ripetuto per settimane fino a circa due mesi fa, interrompendomi quando mi era sembrato di diventare un disco rotto pieno di rabbia repressa che scaricavo come una folgore impazzita contro tutti e somigliando ad una pazza isterica da rinchiudere con la camicia di forza?

Allora dovrò ricominciare con la nenia sull’amore che merito e il successo che mi trova e ci credo?

Oddio…

Bellissima la realtà in cui ti ripeti continuamente che puoi farcela, che sei stupenda, bravissima, la migliore e che tutti ti amano ma certe frasi sono così lontane da me che fatico ad addolcirmi come miele per ripetere di essere “colma di felicità e fortuna al di là dei miei pensieri più rosei” Boh!!!

E se invece queste frasi mi disturbassero e averle cancellate dalle mie abitudini, ha ottenuto l’effetto di liberarmi da un pensiero che generava sfiducia? Insomma, affermo o non affermo? Mi soffermo, confermo, mi fermo. Forse è meglio. Sono rimasti Palermo e schermo che non hanno senso come se le altre parole ne avessero.

Mi è venuto il mal di testa solo a pensarci. Se invece penso al sole, alle giornate che si fanno sempre più luminose e più calde, alla primavera che si avvicina… La temperatura si abbassa e inizia a piovere. Bello!

Quindi penso che a marzo cambia l’ora, ci sono occasioni per vedere le amiche per un aperitivo e mi ricordo che presto sarà il mio compleanno e avrò un anno in più. Moltobello!

Così non penso più a niente e lascio alla testa il compito di pensare da sola e lei pensa… Fame, fame, fame, soldi soldi, soldi.

Eccheccacchio!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...