Minuti contati – il volo


Alle sue spalle uno schianto riecheggia lontano, seguito da un grido agghiacciante. Un vento gelido e improvviso la travolge. Spalanca la bocca alla ricerca spasmodica di aria, le forze l’abbandonano e uno spiraglio si apre. Un sussulto la scuote e un battito risuona sommesso.“È ancora viva! Forza, forza!” Urla il medico. Il vigile del fuoco…

Cincin


Lo aspettavi curioso per sapere se sarebbe stato dolce o secco. Forte o leggero. L’ho assaggiato io e ho brindato alla tua salute. Luca ha voluto così.È leggermente frizzante, dolce perché l’uva era zuccherina e tu non sprecavi mai le bucce. Più alcolico del previsto. Non volevi farlo, è figlio del caso, del saggio e…

Minuti contati – caduta


Di nuovo nessuna risposta. Batte un pugno sul tettuccio e indietreggia fino a sedersi sul marciapiedi. L’auto si muove con un tonfo e una sagoma ballonzola. Lo sguardo dei curiosi scivola via dai bottoni della giacca per rintanarsi tra i ciuffi d’erba nelle crepe del cemento. Uno stridio metallico e la lamiera cede. Patty attende…

Minuti contati – Ombre


Una folla è radunata attorno a un furgone con il muso schiacciato e il parabrezza distrutto. Un bisogno l’attrae e in un attimo, Patty emerge davanti alle lamiere contorte della sua auto. Al suo fianco solo facce sgomente e dietro, curiosi che premono per guardare. Qualcuno piange. Un uomo sanguinante è steso sul marciapiede, un’anziana…

Gatto Marzio – Epilogo


Capitolo 15 Uscì di casa e cominciò a correre per sfogare tutta l’adrenalina e la tensione che aveva accumulato in corpo in quegli interminabili minuti. E poi c’era Alessia nella sua casa ventitré anni dopo quella notte. Non osava neppure guardarla negli occhi. In meno di sei mesi aveva visto morire due uomini, era scampato…

Gatto Marzio e il fantasma 14


Ognuno dei suoi ospiti si era raccolto nella parte esterna del salotto sotto la finestra e da lì osservava il nuovo venuto che con la pistola in una mano e il fucile nell’altra, minacciava uno per uno. Aspettò che gli animi si calmassero e dato che non era soddisfatto, urlò a gran voce «Silenzio!». Ernesto…