Germoglio


Micla si è alzata domenica mattina e si è ricordata che l’orologio andava messo indietro di un’ora. Quindi non erano le otto, per intenderci sarebbe stato tardi, erano ancora le sette e anziché approfittare del tempo in più per fare le cose con calma, è tornata a godersi il letto fino alle otto. A quel…

Fulmine


Il vicino di Micla possiede un cane. È tondo come un boiler dell’acqua calda con le zampette. Ha un colore roseo, come il maialino salvadanaio e lei lo chiama salvadanaio a quattro zampe. Oppure sceriffo Jimmy Jimmy, perché abbaia sempre, a tutti. Soprattutto a lei e al santissimo. Ma lui passa nel vialetto in moto…

Enterprise


Il cellulare di Micla si illumina e una sveglia appare sullo sfondo nero. Il cicalino assordante e continuo non dà tregua fino a quando lei non riesce a spostarlo con il dito sinistro verso la barra. Se lo sposta con il dito destro, dato che è mancina, finisce dappertutto tranne che su spegni. Il santissimo…

Sfumature di perle


Micla vuole cucinare la zucca della zia, ma qualcuno deve sbucciarla per lei, il santissimo promette di farlo nel pomeriggio, ma qualcosa lo attira di più: perché il santissimo non conosce cartellini, orari di lavoro e mestieri. Se una cosa in casa è rotta, la regola è che prima l’aggiusta lui. Così, armato di tasselli,…

Fuori gioco


Micla si è stancata di essere l’unica con a tavola la suocera, è ora che anche il santissimo ne sopporti una e invita sua madre a pranzo. Si accorge presto però che i due si intendono alla perfezione e lei è subito fuori gioco. Atomic girl domenica ha mangiato dall’altra nuora, nome in codice: Brava,…

Precisa e distratta


Quando l’altra arriva, lei è già sotto casa, fascinosa e dark, prima con i capelli lisci, vaporosi e neri, e ora mossi, dai riflessi rosso mogano. Lei sa trattarli i capelli, ha fatto la scuola da parrucchiera dopo la scuola normale. Ha imparato l’arte e l’ha messa da parte. A casa sua c’era una testa…

Ordine a contrasto


Il santissimo sveglia Micla con il bacio del buongiorno. Lei in automatico pensa sia lunedì e si agita mentre il lato logico, più lento a svegliarsi, le suggerisce cautela. È domenica, saranno le sei e mezza, il santissimo si alza presto perché ama faticare. «Hai preso tutto?», chiede nella speranza che esca e la lasci…

Santi dubbi


Micla è ferma, impalata davanti ai fornelli. Il profumo di porcini neppure le interessa più, il fruscio continuo del gas e dell’acqua che bolle non le accende il pensiero del pranzo per i santissimiÈ attirata dal memo apparso sul cellulare: ‘conquistare Bologna’.Si era dimenticata di cancellarlo quando l’impegno è stato annullato e adesso prova un…

Gatto Marzio e la Gazza Ladra. Fine


«Pronto..?» Ernesto rispose al cellulare entrando in casa, Marzio lo sorprese uscendo di corsa appena trovato uno spiraglio. Gli sgattaiolò tra i piedi e dovette appoggiarsi alla porta per non calpestarlo. Sembrava fosse in attesa da ore. Lo guardò correre in direzione del boschetto e si perse le prime parole di Bastiaan «Puoi ripetere?», chiese…

Gatto Marzio e la Gazza Ladra 14


«Ho trovato il 41», Alpino portò una mano all’orecchio per proteggersi dall’urlo eccitato di Damiano, che lo raggiunse sul sentiero ripido e tortuoso, «è un tizio asciutto?», diede per scontato il no e proseguì, «Sta nel gruppo dei valdostani, il cappellino bianco gli copre la faccia, occhiali scuri, sembra rasato». Alpino negò decisamente. «non è…