Gatto Marzio e il fantasma 4


«In paese mi hanno detto che sei stato una guida alpina e che hai prestato soccorso per molto anni», Bastiaan interruppe il silenzio una sera in salotto mentre decorava l’albero di Natale, «hai smesso perché è diventato faticoso?» chiese con l’espressione innocente anche se Ernesto, impegnato a fare il suo solito spettacolare presepe, era certo…

Nano nano


Mio padre è un abitante di Ork. Nork, il fratello di Mork.

Cometa nera -12


Ripensai alle centinaia di foto scattate, alle scene scrutate, spiate, analizzate, studiate; ai video visti e rivisti fino a memorizzare tutto di lei, ogni minimo particolare. Ricordai ogni prova fatta, ogni azione ripetuta fino a eseguirla in modo perfetto, senza tralasciare neanche un battito di ciglia; nella testa mi risuonarono le parole di Ludo che…

Gatto Marzio e il fantasma 3


«Marzio sapeva di essere in pericolo, uno come lui doveva trovare un nascondiglio per il suo progetto, era un tipo meticoloso. Secondo me l’ha nascosto nel villino Trevisan» disse Bastiaan permettendo a Ernesto di respirare correttamente e di mascherare la propria inquietudine dietro un sorriso beffardo «fammi capire — disse lentamente cadenzando le parole per…

Cometa nera -11


Mi trascinò verso gli scalini ma da sotto uscì Bonomi con Miguel e Vasco che si paralizzò appena mi vide. «Tu qui?» Esclamò preoccupato. «Speravate di liberarvi di me, vero? Ma Nino non conosceva le donne». Era troppo buio in quel punto ma ero certa di aver allarmato Nico.«Voglio le statuine». disse Bonomi «So che…

Gatto Marzio e il fantasma 2


Ernesto si era pentito presto del suo gesto di generosità. Primo perché da quando sua madre era morta lui aveva creato abitudini e riti in casa che non voleva modificare ma che sarebbe stato imbarazzante vivere davanti a un estraneo; secondo non aveva orari, usciva presto per aprire il negozio e a parte Marzio, non…

Cometa nera -10


«Che stai a fà?». Mi vide con ancora in mano la sacca e la borsa sulla spalla. Sentii le gambe molli e un brivido lungo la schiena.«Me serve quello che c’hai lì, chiaro?». Stabilì alzandosi e venendo verso di me «o te faccio fà la fine sua».«Vuoi dire che i sorci e i bacarozzi non…

La fortuna di John


John si avvicinò alla cassa per pagare il pranzo e la bella bionda dalle labbra rosso fuoco, chiuse il cassetto dei contanti e mosse la mano grassottella, in segno di diniego.«Lasci stare John, offre la casa» e si spostò al bancone per impiattare due hamburger appena consegnati dal collega della cucina.«Come ha detto, scusi? Forse…

Gatto Marzio e il fantasma – 1


Bastiaan Vos era arrivato a Lavazè a metà settembre. Parlava italiano abbastanza bene e lo capiva anche, se il suo interlocutore non usava il dialetto o non utilizzava un linguaggio sgrammaticato. Il che escludeva tre quarti dei cittadini. Sua madre era italiana, aveva spiegato a Ernesto il primo giorno, entrando nell’ortofrutta a chiedere informazioni. Non…

Cometa nera -9


Quello stronzo di Pippo mi fece una foto con la sua nuova macchina digitale, ostentai sicurezza anche se pensavo fosse arrivata la mia fine. «Buongiorno. Deve venire con noi al commissariato per alcune domande». «Si tratta del furto in casa Barento? Ho letto sul giornale…». «Ci segua, le domande le facciamo noi». Rimasi chiusa per…