Dama Ester 8


«Questa sarà la nostra arma», mostrò la rosa rossa a Magda. «Tutte quelle che ho piantato fuori dal giardino sono diventate nere, scommetto che questa invece le fa paura».Perché?, chiese la donna.«Seguo il mio istinto». Fu l’unica risposta che ottenne.La nebbia si era ritirata nel frattempo e un’ombra bestiale si stava aggrappando all’edera per salire…

Gatto Marzio e la gazza ladra 6


«Sei il figlio del maresciallo Longo?». Domandò a voce alta Alpino. «Sei uguale a quel bastardo… Bella famiglia di sciacalli». L’uomo si immobilizzò, alzò la testa e fu chiaro che aveva indovinato. Lo lasciò appeso, incurante degli urli, degli insulti e delle minacce. Attaccò la ferrata per tornare a casa. La spalla gli faceva un…

Dama Ester 7


Giovanni socchiuse la porta della camera. Nella penombra, la sagoma scura di Elvira sembrava informe, vicino alla culla. Sollevò la lampada ad olio per fare luce e vide la moglie dondolare la piccola Serena tra le braccia al suono dolce di una ninnananna.«Perché hai gridato, Elvira?». Un sospetto si fece largo nella mente quando la…

Gatto Marzio e la gazza ladra 5


Il maresciallo Longo imprecava al telefono quando si accorse che i suoi uomini erano rientrati in caserma per collegarsi al database del computer alla ricerca di un’identità. Chiamò Novi nel suo ufficio e si fece riepilogare la dinamica dei fatti poi ordinò di interrompere le indagini.Infastidito, Novi copiò un file su una penna USB e…

Dama Ester 6


«Mio padre aveva una sorella insopportabile, amava solo i fiori», disse Magda, «la cacciò dopo anni di litigi. L’accusava di rubare, rompere e spostare le cose. Ma io sapevo che zia Maria era solo invidiosa. Tutto il resto era opera di Ester».Lasciò che Giovanni morisse di curiosità, poi dondolò la testa maliziosa. «Ero l’unica a…

Gatto Marzio e la gazza ladra 4


Alpino segnava il passo tra le rocce coperte di neve e ghiaccio. Nonostante le corde e l’attrezzatura sulle spalle, sembrava non fare il minimo sforzo.Evitava di zigzagare tra gli alberi per agevolare Bastiaan che dietro di lui arrancava con il fiato corto. Il pendio si era fatto più ripido ora che si avvicinavano alla cima.«Allora…

Venti


In questi giorni in cui scorro le foto di tuo nonno, ti vedo com’eri da bambino e mi sorprendo perché in questi anni hai saputo diventare ciò che ti germogliava dentro. Un ragazzo dolce, pieno di speranza e amore per gli altri.È divertente vedere come la sedia sparisce dietro le tue spalle possenti mentre prima…

Dama Ester 5


Giuàn si fece pregare prima di salire in auto e si aggrappò al sedile del guidatore come il naufrago all’albero della barca ignorando il sangue e la terra che si posavano sulla tappezzeria bianca e immacolata. Sotto gli sguardi sarcastici della donna, puntò gli occhi terrorizzati sulla strada quando Domenico accelerò.«Sì direbbe che non sei…

Gatto Marzio e la gazza ladra 3


Spostò gli assi, smontò le porte, batté sulle pareti, guardò sotto al pavimento e nella vecchia dispensa. Infine, rassegnato, aprì la porticina nel sottoscala e scese la scaletta a chiocciola facendo luce con la torcia. Erano bambini lui e Bear Jo, quando furono rinchiusi in quel luogo tetro e lugubre dai compagni, tra le ragnatele…

Covid-19


Oggi sono quattro mesi. Molto è cambiato, tanto è andato perso.Molto ho dimenticato.Ricordo i giorni subito dopo. La sensazione di uno strappo muscolare e un fastidioso mal di testa.Poi il 19 marzo. Il termometro segnava 38 da ventiquattro ore e scendeva solo con la Tachipirina per risalire subito. «Hai preso il nostro», mi aveva detto…