Frammenti


Quanti piccoli momenti ci sono in una giornata, li hai mai contati? Se provassi a scorporare le sedici ore che passi sveglio e le dividessi in frammenti, molti sarebbero opachi o incompleti come puzzle oppure ricchi di colori, suoni e profumi?Ci hai mai fatto caso? Ti fermi a raccoglierli la sera per non perderli o…

Nostalgia del Natale


Mila raggiunse trafelata la piazza con il suo nuovo zaino. Un mucchio di gente chiassosa gremiva l’ingresso della pista di ghiaccio. Superato il finto bosco che faceva da piedistallo all’abete splendidamente illuminato da migliaia di lucine bianche, si fece largo tra le persone avvolte nei loro pastrani e raggiunse Bea e Bella in fila al…

Una donna. Novembre


Ieri hanno suonato alla porta. Ero appena tornata dal lavoro e avevo solo voglia di immergermi in un bagno caldo. La signora Paola mi aveva fatto pulire tutte le serrande, sembravano bianco sporco e alla prima passata di spugna ho scoperto che erano solo sporche, di polvere e di anni. Ho spremuto la bottiglia del…

Visione


In cima alla salita di Strada Vecchia trovai il lampioncino di un secolo fa e un’esplosione di rose di tutti i colori davanti alla porta blu con il pomello di ottone. Bussai, non aveva il campanello. Non mi ero domandata come facesse a vivere senza luce. Il pensiero che potesse fare a meno delle comodità…

Una donna. Ottobre


Sapevo in fondo in fondo che non sarebbe durata. È stata la scusa per andarmene via da lì, da lui, dalla mia vita di sempre, monotona, insignificante. La rabbia, ecco cos’era. Mi faceva credere che ci sarei riuscita un giorno a trovare il coraggio di uscire e di non tornare più. Invece era come un…

Pettegolezzi retrò


La signora Stefania guarda la strada dalla finestra della sartoria. Si augura che sarà un giorno di quelli che le piacciono tanto. I cappelli sono esposti sul tavolo in rovere lucidato a specchio e gli abiti in lana e in jersey sono già confezionati. Ce n’è per tutti i gusti, le taglie, l’età e i…

Blocco dello scrittore


Eccomi qui. Ci sono finita io che non posso certo considerarmi una scrittrice, ma solo una che batte sui tasti. Dopo centottantacinque cartelle di una storia che non so neanche se piace alle mie mosche, mi sono fermata. Prima ho pensato che fosse il caso di rileggere, avevo poche idee e i personaggi non avevano…

Liquido


Mi sono svegliata sotto una pioggia fitta e fastidiosa che mi ha accompagnato ovunque, fino a entrarmi nella testa dove non è mai stato giorno. Negli occhi avevo solo il grigiore del cielo lanuginoso, guardato attraverso le gocce sbattute sul parabrezza. Poi le gocce sono cadute sullo schermo dal quale ho salutato l’Ornella che non…

Nebbioso


Un panorama post-apocalittico ho trovato questa sera uscendo dall’ufficio.Già la zona industriale di via Toscana non aiuta, spettrale alle 19 come lo può essere una centrale elettrica in pieno blackout. La via era immersa nella nebbia e non ho incrociato anima viva, solo due macchine e un puntino rosso su quello che doveva essere il…

La bella Lavanderina


Micla apre la lavatrice e trova il suo bucato ricoperto da tanti straccetti bianchi. Il Santissimo ha dimenticato di nuovo di togliere i kleenex dalle tasche della tuta da lavoro.Lei non è come sua mamma che pre-tratta i tessuti prima del lavaggio, non li passa allo scanner come una casalinga aspirante al primo premio nel…