Santana, amici a cena


Santana afferra i lembi della tovaglia in jacquard verde oliva con disegni grigio perla, in pendant con la cucina come gli strofinacci e le presine, e la stende sulla tavola rettangolare. Pauline l’aveva lasciata perfettamente stirata sulla poltroncina dell’anticamera, le frange anche sui tovaglioli, tutto comprato da Zara. Apre la vetrinetta antica e prende sei…

Mrs. Smith-14


Si mise in carreggiata armeggiando con il carica batterie quando una luce accecante la investì da dietro colpendo l’auto. Sentì uno sbattere di lamiere e la fronte e i denti rimbalzare sul volante dopo la frustata al collo. «Ehi! Sei cieco?», Il cellulare era volato via dalle mani, tastò il sedile domandandosi se fosse il…

Gatto Marzio, Gemini.4


Cotton aveva cercato per tutta la mattinata di coinvolgere Bastiaan nel suo metodo di pulizie ma alla fine aveva dovuto arrendersi all’evidenza: Bastiaan era un uomo solo al comando e gli piaceva individuare una stanza, scegliere le varie attività da svolgere per grado, pianificare i tempi, iniziare e non fermarsi fino a quando le operazioni…

Leopard-Iena del deserto.3


Mahmoud si infilò nel sacco a pelo verde militare fino a coprire la testa, Leonardo attese un cenno di saluto che non arrivò quindi voltò gli occhi neri verso le rocce. Una scia di polvere di sabbia illuminata dalla luna gigante soffiava sottile come un filo d’oro da una duna per crearne un’altra. Un leggero…

Ambros – 2


«Allora?» Chiese Debora aggiustandosi gli occhiali quando Marco alzò la testa dal monitor. Lui si grattò la nuca e infilò le mani in tasca senza spostare lo sguardo dalla diagnostica interrotta su una sequenze di identificativi. Una mezza dozzina di questi terminava con il trattino e quarantaquattro, la data era l’ultimo giorno di ogni mese;…

Leopard-Iena del deserto.2


«Il sergente ti porterà in un villaggio. Dirai a tutti che sei lì per un progetto di Medici senza frontiere e ci resterai fino a quando non troverò un modo per contattare tuo padre.» Si voltò, infilò le mani sbucciate nelle tasche e camminò pensieroso. Le scarpe nere e lucide interruppero la marcia davanti a…

Bocca di Leone – 2


«Marco?» chiese Marcella con voce velata leccandosi subito le labbra, un’ombra colpevole le attraversò lo sguardo. L’altra, fissa sugli scones caldi da modellare, mosse appena il mento, gli occhi desolati parlavano da soli. «Non ha mai risposto» mormorò controllando le dosi, «sto facendo un disastro» aggiunse. Abbandonò l’impasto ai cereali sulla leccarda, respirò e scostò…

Mrs. Smith-13


«C’è un campo di forza che mi trattiene, qualcosa di irresoluto generato da uno stato di turbamento molto potente» mosse le mani in un modo strano. Un’increspatura attraversò l’aria dividendo il bar tra il reale e l’irreale. «Cos’è?» l’eccitazione la stava travolgendo. «È l’energia che ti attraversa e carica questo posto. Io posso incanalarla. Un…

Gatto Marzio, Gemini.3


La notte si svegliò di soprassalto dopo aver fatto l’ennesimo sogno inquietante, lui che rideva di sé stesso, suo padre e una donna giovane che lo chiamava Guya e un bambino che giocava solo. Lo stesso bambino che gli faceva visita nei sogni fin da piccolo. Quel sogno lo metteva sempre di cattivo umore, poi…

Leopard-Iena del deserto.1


I piedi di Leonardo erano immersi dalle onde, dietro di lui le fiamme si facevano più alte e vicine, saltò dal ciglio della barca, fece uno scatto e si risvegliò.  Aprì gli occhi, ma il bruciore lo costrinse a richiudere quello sinistro, dall’altro vedeva sfuocato e sentiva una strana sensazione di ingombro alla palpebra. Alzò il…