Prigionieri del tempo


Uno Piera è in fila all’ufficio proteste e inquisizioni con in mano una lettera di colore azzurro che le è stata recapitata. Non si è lamentata di nulla con nessuno, lei che fa di tutto per accontentarsi di ciò che ha. Da quando suo marito è morto, conduce una vita ritirata e solitaria. Vorrebbe essere…

Nova Dark 3


L’inizio di Cometa Nera «Da quando ha deciso di farmi il terzo grado, signor Nessuno!». Mi trattenni dallo strillare nevrotica come feci dentro la boutique di Gucci, quando pretesero che pagassi in contanti all’istante, cosa che non potevo fare ovviamente, e sentendomi insultata maltrattai le commesse come un’oca starnazzante. «Mi vergogno di me stessa». Mi…

Nova Dark 2


L’inizio di Cometa Nera «Non ho un nome d’arte, sa? Lo doveva scegliere quel maledetto che mi convinse che sarei diventata la nuova Claudia Cardinale. Mi chiamo davvero Livia Mancini — sorrisi stanca e pavida — Banale, non trova? Sarei passata più inosservata con un nome d’arte?». Spostai lo sguardo sulla strada. Mi aspettavo mi…

Nova Dark 1


«Scusi…Le dispiace se mi siedo» un giovane allampanato, non tanto alto, con il pizzo e la montatura sottile degli occhiali si era avvicinato al mio tavolo, teneva in mano una cartellina, dedussi che cercasse soggetti per la sceneggiatura di un film d’autore.«Sto aspettando una persona ma ho ancora tempo». Gli feci segno di accomodarsi e…

Bellingshausen – rev


Oleg si tolse i guanti e sentì il freddo polare entrargli nelle ossa. Batté le mani sul giubbotto per scaldarle e tastò la tasca interna. Il libro che aveva preso in biblioteca, era lì dalla sera prima. “Omicidio tra i ghiacci”. La copertina era consumata. Doveva essere passato di mano in mano, più volte, pensò.Si…

Gatto Marzio e il fantasma – 1


Bastiaan Vos era arrivato a Lavazè a metà settembre. Parlava italiano abbastanza bene e lo capiva anche, se il suo interlocutore non usava il dialetto o non utilizzava un linguaggio sgrammaticato. Il che escludeva tre quarti dei cittadini. Sua madre era italiana, aveva spiegato a Ernesto il primo giorno, entrando nell’ortofrutta a chiedere informazioni. Non…

Il totem


L’oste uscì dal bancone per chiudere ancora una volta la porta che sbatteva. La tormenta soffiava più forte, quel pomeriggio, avrebbe preferito chiudersi dentro casa, eppure continuava ad alimentare la stufa con la legna ormai umida, che puzzava di muschio e di terra desolata, come quel paese, dimenticato da Dio. Solo con i suoi demoni,…

Cometa nera -1


“Buongiorno, apriamo il radiogiornale con la notizia sui i resti ritrovati nel sito etrusco di Viterbo. È stato reso noto che appartengono al corpo del Produttore Giovanni Bonaparte, scomparso a Roma vent’anni fa in circostanze misteriose. Gli inquirenti indagano nell’ambiguo ambiente dei collezionisti romani. Ricordiamo che il produttore all’epoca della scomparsa aveva 31 anni e…

Gatto Marzio e lo spaventapasseri – 1


Il gatto balzò sul letto dopo aver superato l’armadio a due ante in legno di betulla ricavato dagli alberi intorno all’inizio del secolo dal bisnonno Giovanni e le mensole ricoperte di coppe vinte alle corse sui sentieri di montagna, passando poi con salto felino al cassettone alto, sempre di betulla con i cassetti storti e…

Gatto Marzio e il fantasma 10


Ernesto raccontò dello scontro con Lucio e l’appuntato più ascoltava più spalancava gli occhi incredulo. «Cazzo…!» esclamò passandosi una mano in faccia esterrefatto «C’hai due coiombre così, Alpino» Ernesto rimase sorpreso per la familiarità e la confidenza che si stava prendendo quel ragazzo sempre molto abbottonato. Avrebbe potuto avere un figlio di quell’età se fosse…

Gatto Marzio e il fantasma 9


«Toglimi una curiosità, Allevi. Tu da quale regione provieni? Sei marchigiano, giusto?» chiese ad alta voce Ernesto per farsi sentire mentre scendevano appesi alla teleferica dietro all’imbrago. «No, so umbro. Di Gubbio, il paese dei Matti, ma mia madre è del Friuli e dopo il divorzio è tornata. Ernesto posso farte una domanda?» lo interrogò…

Gatto Marzio e il fantasma 8


Oreste che non si era mai separato dalla barella, perlustrò il bosco sotto alla pista trovando un percorso breve e coperto per raggiungere i compagni e recuperare Bastiaan. Alla radio, Ernesto aveva appena detto che l’uomo era ancora vivo anche se il respiro era debole così come il battito cardiaco. Dalla dry bag Mimmo aveva…

50 anni di luci e ombre – Auguri a me


Affettuosa, affidabile, altruista, anticonformista, appassionata, aperta, arrendevole, assordante, bugiarda, coerente, competitiva, compiacente, corretta, cortese, dolce, educata, elementare, emotiva, fantasiosa, furiosa, gelosa, gentile, giusta, golosa, inconsapevole, incostante, intollerante, introversa, invidiosa, lagnosa, leale, nervosa, noiosa, onesta, ottimista, pasticciona, patriottica, paurosa, paziente, perfezionista, permalosa, pigra, polemica, premurosa, presuntuosa, profonda, rabbiosa, romantica, semplice, sensibile, seria, testarda, timida, trascurata, triste,…

Gatto Marzio e il fantasma 7


Alpino era andato sul retro e aveva toccato il generatore scoprendo che era caldo. Era entrato in casa trovando tracce di sangue e di vomito sul pavimento. «Ragazzi, io vado alla stazione della seggiovia, qualcuno potrebbe esserci salito quando si è avviata per portarci su, voi proseguite per la pista e attenti alle tracce». Agganciò…

Gatto Marzio e il fantasma 6


Valter non aveva perso tempo e stava già coordinando le operazioni. Egiziano aveva appena avviato le seggiovie quando i soccorsi arrivarono. Erano le 18, Bastiaan poteva aver raggiunto la Casera da due ore ed essere al sicuro ma Ernesto era molto preoccupato. Quella frase apparentemente senza importanza gettata lì mentre faceva l’albero di Natale, non…