Gatto Marzio e il fantasma 10


Ernesto raccontò dello scontro con Lucio e l’appuntato più ascoltava più spalancava gli occhi incredulo. «Cazzo…!» esclamò passandosi una mano in faccia esterrefatto «C’hai due coiombre così, Alpino» Ernesto rimase sorpreso per la familiarità e la confidenza che si stava prendendo quel ragazzo sempre molto abbottonato. Avrebbe potuto avere un figlio di quell’età se fosse…

Gatto Marzio e il fantasma 9


«Toglimi una curiosità, Allevi. Tu da quale regione provieni? Sei marchigiano, giusto?» chiese ad alta voce Ernesto per farsi sentire mentre scendevano appesi alla teleferica dietro all’imbrago. «No, so umbro. Di Gubbio, il paese dei Matti, ma mia madre è del Friuli e dopo il divorzio è tornata. Ernesto posso farte una domanda?» lo interrogò…

Gatto Marzio e il fantasma 8


Oreste che non si era mai separato dalla barella, perlustrò il bosco sotto alla pista trovando un percorso breve e coperto per raggiungere i compagni e recuperare Bastiaan. Alla radio, Ernesto aveva appena detto che l’uomo era ancora vivo anche se il respiro era debole così come il battito cardiaco. Dalla dry bag Mimmo aveva…

Gatto Marzio e il fantasma 7


Alpino era andato sul retro e aveva toccato il generatore scoprendo che era caldo. Era entrato in casa trovando tracce di sangue e di vomito sul pavimento. «Ragazzi, io vado alla stazione della seggiovia, qualcuno potrebbe esserci salito quando si è avviata per portarci su, voi proseguite per la pista e attenti alle tracce». Agganciò…

Gatto Marzio e il fantasma 6


Valter non aveva perso tempo e stava già coordinando le operazioni. Egiziano aveva appena avviato le seggiovie quando i soccorsi arrivarono. Erano le 18, Bastiaan poteva aver raggiunto la Casera da due ore ed essere al sicuro ma Ernesto era molto preoccupato. Quella frase apparentemente senza importanza gettata lì mentre faceva l’albero di Natale, non…

Gatto Marzio e il fantasma 5


Quel sabato alle sette Bastiaan salì sul fuoristrada di Lucio che l’attendeva davanti casa e insieme si diressero alle piste del Varmost. All’alba era stato aiutato da Ernesto a indossare tuta, scarponcini, guanti, occhiali e tutto quello che gli serviva. Tranne gli sci che erano già sul tettuccio dell’auto, «alle cinque è prevista neve, anche…

Gatto Marzio e il fantasma 4


«In paese mi hanno detto che sei stato una guida alpina e che hai prestato soccorso per molto anni», Bastiaan interruppe il silenzio una sera in salotto mentre decorava l’albero di Natale, «hai smesso perché è diventato faticoso?» chiese con l’espressione innocente anche se Ernesto, impegnato a fare il suo solito spettacolare presepe, era certo…

Gatto Marzio e il fantasma 3


«Marzio sapeva di essere in pericolo, uno come lui doveva trovare un nascondiglio per il suo progetto, era un tipo meticoloso. Secondo me l’ha nascosto nel villino Trevisan» disse Bastiaan permettendo a Ernesto di respirare correttamente e di mascherare la propria inquietudine dietro un sorriso beffardo «fammi capire — disse lentamente cadenzando le parole per…

Gatto Marzio e il fantasma 2


Ernesto si era pentito presto del suo gesto di generosità. Primo perché da quando sua madre era morta lui aveva creato abitudini e riti in casa che non voleva modificare ma che sarebbe stato imbarazzante vivere davanti a un estraneo; secondo non aveva orari, usciva presto per aprire il negozio e a parte Marzio, non…

Gatto Marzio e il fantasma – 1


Bastiaan Vos era arrivato a Lavazè a metà settembre. Parlava italiano abbastanza bene e lo capiva anche, se il suo interlocutore non usava il dialetto o non utilizzava un linguaggio sgrammaticato. Il che escludeva tre quarti dei cittadini. Sua madre era italiana, aveva spiegato a Ernesto il primo giorno, entrando nell’ortofrutta a chiedere informazioni. Non…