Vigilia

Non c’è mai stato più inizio di quanto ce ne sia ora, Né più giovinezza o vecchiaia di quanta ce ne sia ora, E non ci sarà mai più perfezione di quanta ce ne sia ora, Né più paradiso o inferno di quanto ce ne sia ora. Walt Whitman

Extension

Mi legano a te pochi oggetti inutili, soprammobili invadenti che mi intralciano in cucina e che ho l’abitudine di ignorare per non sentire quella sensazione urticante che mi spingerebbe a sbarazzarmene, come una cistite mal curata o le emorroidi. Lo farò un giorno, me ne sbarazzerò e quel giorno sarà trionfale ma proprio per questo…

Torno indietro

  Non mi addentro nel bosco perché ho paura di quello che non conosco. Ti seguo però se tu ci andrai perché non posso lasciarti solo. Il silenzio temo quanto il buio, suoni improvvisi e rumori vicini mi fanno temere. Vorrei essere a casa al sicuro in questo momento. Perché provare e cercare il coraggio…

Spessore bianco e nero

Non si può dire di esser soli quando si ha la passione per la lettura che ti permette di vivere le vite degli altri. Eppure la ragazza sta sempre in solitudine e tra le mani tiene un libro. La incroci davanti al portone di casa quando esce al mattino con lo zaino. È la più…

Striscia e mordi

Le perle di saggezza che conservi con cura per consegnarle al momento propizio alle ignare creature che catturi con il tuo magnetismo, sono solo il frutto della tua vendetta per non aver ottenuto quanto progettato. Così ti accanisci sulla preda come un pitone su un coniglietto quando si rifiuta di essere il tuo burattino per…

Ti oscuri d’ombra

Ti oscuri d’ombra per conservare il succo nero come veleno, Illuminarti d’immenso è una colpa da cui scappi per odiarti ancora, Il vortice di buio che nascondi è un buco nero che nutri di luce, Quella che nasce intorno e che afferri per vivere delle tue pene, Spegni col gelo ogni flebile fiammella che altri…

Colma

Nascondo l’euforia perché altrimenti esploderei non sapendola contenere. Per questo poi, quando mi lascio andare mostro un’eccessiva contentezza, una smisurata foga di entusiasmo che mi prende e non mi abbandona fino a quando l’imbarazzo per gli sguardi intorno non mi spinge a ridurre notevolmente la mia espansione. Col tempo tutto si appiattisce, si spegne e…

Falci azzurre

Mi attraversano la strada tanti occhi ogni giorno, tutti anonimi e sconosciuti, freddi e ignoti, oppure variopinti e scarabocchiati dagli arcobaleni che li sostengono, o sporcati delle pennellate di banali e miseri incontri ma inesorabilmente rapidi nel lasciare il mio campo visivo. Si fanno dimenticare senza nostalgia, neppure un pittorico disturbo lungo il mio passaggio,…

In bilico

Vorrei rintanarmi in un luogo lontano del tempo, in bilico tra passato e presente, con la vista su ieri da correggere magicamente per abbellire l’oggi e il domani, ignorando il dolore e la paura, riconoscendo solo l’amore, la musica, la bellezza. Correggere parole già dette, gesti già compiuti, pensieri già espressi e farne poesia, colori…

Nata un sabato

Impiego molto tempo a leggere le emozioni che mi invadono dirompenti; le reazioni emotive che mi appartengono e che si presentano immediate senza avvisare prima e per tempo, in genere colpendo allo stomaco, bloccano i sistemi che mi consentono di percepire i turbamenti e le reazioni in me e nelle persone che osservo a loro…