Vergogna privata


Mi piace parlare di moda, di cibo, delle mie abitudini, di quello che mi diverte. Posso parlare ore di cellulari, libri e film, diete e non diete. Parlo di tutto e non parlo di niente. Non racconto cosa mi spaventa, cosa mi terrorizza, cosa mi fa stare male, non spiego cosa desidero per me, cosa…

Nemico dentro


Dentro di me c’è lui. Lo sento sporgersi in avanti per ascoltare quando mi ostino a dare il meglio di me per ottenere un risultato fino ad ora irraggiungibile, a tirare fuori forze sconosciute o inespresse per risolvere a mio vantaggio una situazione difficile. O per fare quello che desidero.Lo sgabello in cui è seduto…

Il giorno del ricordo per tutti


Scriviamo: ”per non dimenticare” Io non dimentico neppure quelli che tutti dimenticano perché fa comodo. Eppure quante umiliazioni hanno subito popoli senza un messia, senza un libro dei profeti, senza una Bibbia e nessuno le ricorda?Non hanno neppure la giornata dedicata al ricordo e ogni volta che qualcuno tocca l’argomento, torniamo a parlare di Olocausto.Come…

La Pano


Ricordo che la scuola non era ancora finita. Dovevamo essere a maggio, con le giornate già allungate e i primi giorni di sole caldo. Non si crepava come adesso. A maggio, nel 1985, le primavere erano diverse e comunque nell’adolescenza non si attaccava mai bottone dicendo “Non ci sono più le mezze stagioni”. Se l’altra…

Covid-19


Oggi sono quattro mesi. Molto è cambiato, tanto è andato perso.Molto ho dimenticato.Ricordo i giorni subito dopo. La sensazione di uno strappo muscolare e un fastidioso mal di testa.Poi il 19 marzo. Il termometro segnava 38 da ventiquattro ore e scendeva solo con la Tachipirina per risalire subito. «Hai preso il mostro», mi aveva detto…

Ego e Marea


Non saprai mai quanto mi pesi, Ego. Quanto male sopporto la tua presenza. Non ti chiedi come, dove, perché, quando. Esigi! Quali esempi inutili e ridicoli porti per avere ragione, Ego. Che pretese, tu perfetto, sopra alle parti, resti immutato negli anni. Quanto cambiata sono io, invece. Quanti punti di vista ho scelto per capire….

Ho sconfitto il ragno


Oggi in soffitta ho visto un ragno. Che già per me vedere un ragno significa tremare di paura. Ma non una paura comune, bensì una Fobia… Perché il ragno in questione era nero, largo quanto una moneta da cinquanta centesimi, tozzo, con le zampette corte tutto intorno. Gli vedevo anche gli occhietti… E mi fissava….

Dignitosa resa


«Mi senti mamma?» nessuna risposta e vedo dagli occhi che c’è anche se non è totalmente presente. Chiamo un’ambulanza, sembra una cosa facile eppure non ricordo il numero, “118” mi suggerisce mio figlio che ha soccorso la nonna per primo e chiamo. Ora dovrei dire la via ma all’improvviso dimentico anche l’indirizzo, poi mi viene…

Maleficio


Silvano aveva i polmoni infuocati dalla malattia. Non trovava nessuna cura che gli alleviasse il dolore e per ogni piccola esigenza doveva affidarsi alla sua famiglia. La moglie se ne era andata un mattino di maggio mentre stendeva le lenzuola in giardino. L’aveva trovata un’ora dopo quando entrando in cucina si era accorto che il…

Titti si sposa


Ricca e raffinata, Titti è all’apice della popolarità. La sua festa di nozze non poteva avere più successo di così. La sua wedding planner ha fatto un lavoro strepitoso curando ogni piccolo particolare, giocando sulla sua passione per il rosso e il bianco, rendendo la cerimonia un’incantevole cornice romantica e il rinfresco un’occasione mondana difficilmente…